La classifica 2013 delle maggiori griffe del vino nel mondo

Pavie bottaia

La classifica 2013 delle maggiori griffe del vino nel mondo

Pavie, Angelus, Petrus, ecco il podio mondiale delle cantine con le migliori performance commerciali nel 2013 secondo Liv Ex

Pavie bottaia

Pavie bottaia

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
E’ il borsino dei vini di lusso, il sito di Liv Ex pare quello di un broker di borsa con in alto una stringa in cui scorrono le quotazioni delle bottiglie da sogno come fossero titoli. Fantastico! Vedi scorrere Petrus 2009 a 12.343£, Lautor 2000 a 7.050, Margaux 1996 a 4.150 e Sassicaia 2010 a un modesto 1.033 Sterline…insomma prezzi da supermercato!
Come ogni anno Liv Ex Power 100 propone la classifica dei brand più forti, quelli che fanno segnare i giudizi qualitativi, i prezzi e gli incrementi di valore più vertiginosi. Un olimpo dominato dai vini di Bordeaux dove il primo italiano è Masseto al 33° posto. Quest’anno il sistema di calcolo della classifica è cambiato e questo ha favorito le “seconde linee” portando in vetta Pavie, al secondo posto Angelus e solo al terzo Pétrus. 9 cantine di Bordeax nei primi nove posti seguite dall’australiana Penfolds e Chapoutier della Cotes du Rhone.
Come correttamente avverte il blog I numeri del vino, bisogna ricordare che Liv Ex è l’emanazione di un

chateau-angelus-saint-emilion-grand-cru

chateau-angelus-saint-emilion-grand-cru

trader inglese cioè un commerciante di vini di lusso e risente di questa circostanza. Tuttavia rimane una finestra importantissima sul mercato delle bottiglie da sogno. Gli sconvolgimenti della classifica 2013 dipendono dal cattivo andamento dei grandi marchi di Bordeaux rispetto all’impennata del 2010-11 che fu innescata dal mercato cinese. Questa situazione di mercato ha colpito specialmente i Premiers cru classé e dunque vediamo Haut Brion al 5° posto, Mouton Rothschild al 7°, Margaux al 9° e Lafite addirittura al 18°.

Mouton Rothchild 1990

Mouton Rothchild 1990

Il maggiore salto in avanti è quello di Pape Clement che scala 93 posti in un anno e poi Eglise Clinet che era al 61° posto lo scorso anno ed ora è il 6°.
Gli italiani sono nelle retrovie ma ci sono. 4 cantine di Bolgheri (Masseto, Ornellaia, Sassicaia, Macchiole) più Tignanello e due piemontesi Giacosa e Giacomo Conterno.