Robert Parker lascia le “en primeurs”

Robert Parker

Robert Parker lascia le “en primeurs”

<<Troppa fatica e troppe pressioni>> dice il capo di Wine Advocate ma senza di lui l’asta dei vini di Bordeaux si sgonfia

Robert Parker

Robert Parker

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini
La notizia ha il suono di una bomba distruttiva per la principale denominazione francese che basa la sua filiera commerciale sui negociants (rivenditori) che comprano il vino dell’ultima vendemmia nelle aste di aprile –dette appunto en primeur– per poi rivenderlo uno o due anni dopo. Senza l’opinione di Robert Parker sui vini dell’ultima vendemmia, comprarli diventa molto ma molto più rischioso.
In realtà il periodico di Parker, Wine Advocate, manderà alle aste di Bordeaux l’espertissimo degustatore Neal Martin che già adesso giudica i vini di Borgogna, Oregon, Sud Africa, Tokaji e Madeira. Ma nessuno al mondo ha il carisma del grande Parker. Senza di lui le en primeur, diventano un coro di voci discordanti dove tutti i critici presenti dicono la loro opinione. Giudizi diversi che generano incertezza e dunque un clima poco favorevole agli investimenti che, attraverso portali come LivEx, dovrebbero arrivare da tutto il mondo. Erano infatti i rating di Robert Parker la garanzia dei futuri

Commercianti di vino a Bordeaux

Commercianti di vino a Bordeaux

guadagni soprattutto sui vini di punta, quelli dei First Growth un olimpo istituito nel 1855 di cui fanno parte Château Latour, Château Lafite Rothschild, Château Margaux, Château Haut-Brion e, dal 1973, anche Mouton Rothschild.
Già qualche scricchiolio nell’ ingranaggio delle en primeur, era percepibile qualche mese fa, quando Francois Pinault proprietario di Château Latour annunciò la decisione di lasciare le aste in anteprima

en primeurs

en primeurs

Segnali ancora più forti di una crisi imminente arrivavano dal mercato dei vini bordolesi con il forte calo del business 2014, dopo che i prezzi erano saliti vertiginosamente nei due anni precedenti <<in Cina -21%, a Hong Kong -13%, ma anche -46% nel Regno Unito, notoriamente un mercato di transito per i vini di Bordeaux verso l’Asia>> scrive Fabio Piccoli nel suo interessantissimo Wine Meridian.
Alla fine tutti aspettano di vedere cosa accadrà e se la partenza di Parker produrrà un terremoto capace di cambiare la filiera commerciale e soprattutto i prezzi del vino di Bordeaux. In altre parole tutti si chiedono : i produttori bordolesi andranno per il mondo a vendere le loro bottiglie oppure continueranno a darle ai negociants che hanno in mano il network commerciale mondiale dei loro vini?
Io scommetterei su un graduale affrancamento delle cantine e voi ?

Wine-Advocate Robert-Parker e collaboratori

Wine-Advocate Robert-Parker e collaboratori

Ultima nota : il Wine Advocate di Robert Parker è diventato rispettato e ascoltato per l’autorevolezza dei suoi giudizi ma anche perchè non accetta investimenti pubblicitari. Per mantenersi conta sugli abbonamenti e ora obbliga, chi usa i suoi giudizi a comprare il periodico. “We rely on subscriptions to support our business model. We pay our reviewers a premium to work for us. Everything we write is copyrighted. If people replicate, they should take a subscription. I do not think we are asking a lot if they are using our tastings notes to sell wines.” Ha detto la Master of Wine Lisa Perrotti-Brown (editore in capo) a Drinks International. Una richiesta più che onesta che lascia i wine critics, di Wine Advocate, completamente liberi nei 29.000 giudizi pubblicati ogni anno.

wine-destination

wine-destination

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi