L’ IGT bianco “Sanchimento” e il rosato “Rosa di tetto” della Fattoria del Colle, sono i primi vini della vendemmia 2010 ad arrivare in tavola

Sanchimento Igt Toscana bianco

L’ IGT bianco “Sanchimento” e il rosato “Rosa di tetto” della Fattoria del Colle, sono i primi vini della vendemmia 2010 ad arrivare in tavola

Sanchimento Igt Toscana bianco

Sanchimento Igt Toscana bianco

La vendemmia capolavoro, quella che ha superato ogni record di qualità mette nei nostri calici i suoi primi gioielli: un Traminer prodotto alla Fattoria del Colle da un piccolo vigneto a 404 metri sul mare e un rosato da uve Sangiovese del vigneto più alto della fattoria. Il 2010 è stato caratterizzato da eccessi climatici: un inverno piovosissimo lungo e freddo. Alla Fattoria del Colle la neve ha superato il metro di altezza. Luglio è stato caldissimo e in agosto le temperature si sono abbassate grazie alla pioggia. L’ultimo periodo del ciclo vegetativo, dopo l’invaiatura, il cambio di colore dei grappoli che nel 2010 è durato più del solito, è stato invece velocissimo. Il 13 settembre è iniziata la raccolta dell’uva bianca e alla fine del mese veniva vendemmiato il Sangiovese per il rosato. Uve sanissime, perfettamente mature sotto il profilo zuccherino/acido e polifenolico. La cantiniera Barbara Magnani ha vinificato questi due vini interpretando le caratteristiche dell’annata con una grande sensibilità e con ottimi risultati: un bianco elegante, con un aroma complesso, fine, fruttato e un gusto fresco ma intenso e armonico con una lunga persistenza in bocca.
Il rosato “Rosa di tetto” 2010 ha un colore decisamente e insolitamente carico frutto della strepitosa uva di questa

Rosa di tetto Igt Toscana rosato

Rosa di tetto Igt Toscana rosato

 annata che ha colorato il mosto fino dall’inizio della fermentazione.
L’aroma è fine, fragrante con un netto richiamo alla mela verde. In bocca è morbido, di giusto corpo, con sentori di piccoli frutti rossi.
Un consiglio: non servite i vini troppo freddi, Sanchimento a 10-12° C e il rosato leggermente più tiepido. E’ giusto raffreddarli nel frigo di casa ma non servirli a quattro gradi come l’acqua minerale e soprattutto è sbagliato conservarli per mesi a basse temperature.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi